20 Luglio 2016 Commenti disabilitati su Il futuro digitale: Le APP a sostegno dell’Agente Visualizzazioni: 932 AAA Agenzia 2.0, News

Il futuro digitale: Le APP a sostegno dell’Agente

Tra le più rilevanti novità della comunicazione a firma “Tripla A”, va sicuramente annoverata l’App Associazione Agenti Allianz: uno strumento innovativo, “al passo con le più recenti tecniche di comunicazione, senza nostalgie per il passato” come ha affermato Romeo Sangiorgi, Presidente di AAA Service.

Si tende spesso a considerare le App come semplici icone per una navigazione veloce nel web, per mezzo di device.

Ma è una visione che, al punto in cui siamo arrivati, rischia di diventare riduttiva e di portare fuori strada: “scarica l’App”, come ormai viene chiesto in ogni pubblicità, equivale a ottenere nuove funzionalità. Si tratta di strumenti sempre più complessi che si inseriscono e interagiscono con le nostre attività.

In ambito assicurativo, le Compagnie si sono velocemente “appropriate” della novità, sfruttandola in diverse maniere: la divulgazione del proprio brand, la promozione dei prodotti previdenziali oppure ancora offrendo ai clienti interessanti feature di servizio, dalla visualizzazione delle scadenze al supporto.

Tra i servizi sono compresi poi i dati sulla propria organizzazione e, se prevista, della rete di intermediari, fornendo la localizzazione di questi professionisti a diretto contatto con il cliente, i suoi programmi e le linee di prodotto.

L’App Associazione Agenti Allianz fornisce una importante funzione informativa e comunicativa: servizi riguardanti le News dell’Associazione, novità sugli strumenti offerti e sulle società collegate, nonché gli aggiornamenti sui tavoli di lavoro e le commissioni. Un rapporto praticamente diretto tra l’Associazione e l’iscritto, attraverso l’App. Il tutto in tempo reale e con la possibilità, da parte degli iscritti, di poterla consultare, attraverso uno smartphone, ovunque e in qualsiasi momento della giornata.

Allo stesso modo, nella comunicazione 2.0, un intermediario potrebbe correttamente interrogarsi se non fosse possibile creare un contatto simile tra lui e il cliente, offrendo servizi in formato digitale per migliorare e ampliare il proprio business. L’app di un intermediario permette una comunicazione bidirezionale, con un feedback praticamente immediato. Non una sostituzione del colloquio, ma una semplificazione per passare velocemente dal contatto al rapporto “personale”, integrando questi strumenti nelle proprie buone pratiche, implementando e migliorando il processo di relazione.

Un’app di intermediario può essere simile a un’app di compagnia: entrambi – compagnia e intermediario – puntano a offrire un servizio ai propri clienti, capace di rispondere tempestivamente alle loro esigenze e fornendo soluzioni attraverso tutti gli strumenti volti a semplificare e valorizzare le loro scelte.

Sono ancora poche le aziende dell’IT che si rivolgono espressamente all’intermediazione assicurativa, ma ben avviate e con un portafoglio di prodotti flessibile, rivolto non solo al contatto diretto con il cliente, ma anche alla messa in pratica di alcune normative, per una maggiore semplificazione – come ad esempio il trattamento dati personali per il Regolamento 8.

Il settore è in rapida espansione: sarà fondamentale seguirne gli sviluppi tenendosi costantemente aggiornati per valorizzare la propria attività.

[Si ringrazia l’Ing. Angelo Forte (Cross Data Srl ), per la consulenza su questo articolo e i dati riportati]

Tag:, , ,

I commenti sono disabilitati

Vai alla barra degli strumenti