20 Gennaio 2016 Commenti disabilitati su Incontro tra Consiglio Direttivo e Top Management della Compagnia Allianz Visualizzazioni: 534 AAA Notizie Riservate

Incontro tra Consiglio Direttivo e Top Management della Compagnia Allianz

Si è svolto nella mattinata del 20 gennaio l’incontro tra il Consiglio Direttivo dell’Associazione Agenti Allianz e il Top Management della Compagnia, avente per oggetto le linee guida delle attività del Gruppo per il 2016.

Tre i punti cruciali, gli obiettivi motore della crescita: gli aspetti economici, l’operatività, l’amplificazione delle autonomie degli Agenti. Chiara la prima richiesta, come ha spiegato il Presidente Umberto D’Andrea: “Attivarsi immediatamente per l’accordo economico integrativo” che scadrà il 31 dicembre 2016, in maniera tale “da arrivare al 30 giugno già con la piattaforma pronta da sottoscrivere”.

L’accordo ha una importanza fondamentale per la remunerazione delle agenzie, da cui discende la necessità di una calendarizzazione repentina per la negoziazione di questi temi, al fine di “garantire tranquillità economica ai nostri colleghi.

Altrettanto spazio hanno trovato temi fondamentali come l’autonomia degli agenti e la necessità di facilitazioni per i processi operativi in agenzia: disponibilità di scontistica e margini di manovra sul normativo delle polizze, sia per “sviluppare nuovo business, ma anche per la difesa o miglioramento di polizze in portafoglio.

Infatti, come precisato dal presidente Umberto D’Andrea, si possono favorire in questo modo “attività di cross selling e up selling e corsie preferenziali per la clientela già in portafoglio.

Da qui un’altra importante richiesta: la rimozione dei blocchi per la stipula di contratti o deroghe subordinate all’approvazione della Direzione, attraverso strumenti informatici, su cui non è possibile intervenire e che di fatto tendono a creare “un rapporto asettico, rendono lontano l’assuntore e appesantiscono l’operatività, nell’impossibilita di avere certezze circa le tempistiche di risposta.

La compagnia sembra aver mostrato disponibilità verso queste richieste e si è proposta una sperimentazione di sei mesi per facilitare la rimozione di alcuni blocchi e l’estensione della flessibilità nei rami vari (ancora escluso il Motor), per ottenere così crescita del business. Nei prossimi giorni osserveremo gli sviluppi concreti dei nostri auspici.

L’incontro è andato a concludersi, come spiega il presidente Umberto D’Andrea, con una considerazione sulla concorrenza: “L’approccio non deve essere solo di difesa, ma di attacco. Se siamo Allianz non dobbiamo temere la concorrenza, ma la concorrenza deve temere noi. Con la nostra solidità, la nostra competenza e la nostra capillarità sul territorio.”

I commenti sono disabilitati

Vai alla barra degli strumenti