11 Gennaio 2016 Commenti disabilitati su Rassegna Stampa 11 gennaio 2016 Visualizzazioni: 416 Rassegna stampa

Rassegna Stampa 11 gennaio 2016

MONDO ASSICURATIVO

Risparmio, compagnie all’attacco

Mentre le banche sono impegnate nel recuperare fiducia, le assicurazioni puntano a fare concorrenza a pf e sportelli. Dalla loro hanno rendimenti Vita che arrivano al 5%. E la raccolta è sui massimi…….

il resto dell’articolo consultabile sul Sito Intermedia Channel

Difensori, centrocampisti e attaccanti: ecco i diversi moduli di gioco che i gruppi italiani applicano alle proprie squadre di agenti e subagenti

L’agente assicurativo rappresenta lo snodo fondamentale tra la compagnia assicurativa e il cliente, è l’intermediario dei prodotti e delle soluzioni assicurative il cui successo dipende in gran parte da lui e dalla sua relazione con la compagnia di riferimento.

il resto dell’articolo consultabile sul Sito Intermedia Channel

Nasce la prima assicurazione al mondo dedicata al ride-sharing

In Canada una compagnia assicurativa ha pensato a una polizza specifica per gli autisti part-time del ride-sharing. E spiana la strada al contestato UberX

Aviva Canada è la prima compagnia assicurativa al mondo a proporre una polizza pensata appositamente per i servizi di ride-sharing come Uber. La società lo ha annunciato ieri ufficialmente attraverso un comunicato stampa.

il resto dell’articolo consultabile sul Sito Intermedia Channel

Rami vita, più appeal se l’imposta di successione aumenterà

Il 2015 è stato un anno molto positivo per la produzione Vita in Italia con una crescita globale pari all’8%, rispetto allo stesso periodo del precedente anno. Tale risultato evidenzia un trend in crescita del settore assicurativo, permettendo a quest’ultimo di raggiungere uno storico traguardo con il sorpasso, in termini di raccolta, nei confronti dei fondi comuni. Già nel 2014, il rapporto dei premi Vita sul prodotto interno lordo (6,9%) era aumentato rispetto al 5,5% del 2013.

il resto dell’articolo consultabile sul Sito Intermedia Channel

La macchina delle multe

Brutte notizie per gli automobilisti amanti della sosta selvaggia. Le multe «a strascico», inviate dalla polizia locale direttamente a casa con il sistema dello Street control , sono valide. Il meccanismo è basato su telecamere, posizionate sul tetto delle pattuglie, che «leggono» la targa delle auto posteggiate «creativamente» mentre l’auto dei vigili percorre le strade cittadine….

il resto dell’articolo consultabile sul Sito Assinews

Riassicurazione, riserva «libera» se si cambia il metodo di calcolo

Reddito d’impresa: per tassare gli stanziamenti eccedenti, l’ufficio deve portare in giudizio il contratto

Non va tassata in capo all’impresa di assicurazione la riserva integrativa dei premi a carico dei riassicuratori, se la sua modalità di calcolo passa dal metodo proporzionale a quello non proporzionale. È vero che la variazione del criterio di calcolo può legittimare lo scioglimento della riserva integrativa, ma il contratto di riassicurazione può prevedere il mantenimento della riserva eccedente. Ragion per cui l’imputazione dei maggiori redditi richiede anche la prova in giudizio del contenuto del contratto di riassicurazione. Così la sentenza 4753/1/2015 della Ctr Lombardia (presidente Chindemi, relatore Fucci).

il resto dell’articolo consultabile sul Sito Intermedia Channel

RISPARMIO GESTITO

Stabilità Immobili, pensioni, enti locali: la giostra delle novità non porta rincari Mini-penalità per chi si pente dei peccati

Il Fisco sta cambiando davvero? È presto per dirlo, ma il 2016 si apre all’insegna di numerose novità positive per le famiglie. Prima tra tutte l’eliminazione della Tasi sulle abitazioni principali. Una volta tanto la Finanziaria (ora legge di Stabilità) non ha portato rincari. Vediamo che cosa cambia.

il resto dell’articolo consultabile sul Sito Assinews

Batosta sulla Gestione separata

Compenso mensile di almeno 1.298 euro per avere un mese di contributi utili alla pensione per gli iscritti alla Gestione separata Inps.

il resto dell’articolo consultabile sul Sito Assinews

Sì all’educazione finanziaria ma le banche devono informare

Il dissesto e, poi, il salvataggio delle quattro banche hanno rilanciato l’esigenza di migliorare nettamente l’educazione finanziaria degli italiani: una materia finora affrontata, innanzitutto, dalla Banca d’Italia, che ha promosso interventi strutturali e raccordi con i ministeri competenti; poi dall’Abi, con la vicepresidenza di Beppe Ghisolfi e la Fondazione ad hoc, nonché da alcuni istituti di credito.

il resto dell’articolo consultabile sul Sito Intermedia Channel

SOCIETA’ E DINTORNI 

ISTAT: aumenta nel III trimestre il reddito disponibile delle famiglie consumatrici

Nel terzo trimestre del 2015 il reddito disponibile delle famiglie consumatrici in valori correnti è aumentato dell’1,3% rispetto al trimestre precedente e dell’1,5% nel confronto con il corrispondente periodo del 2014…

il resto dell’articolo consultabile sul Sito Assinews

PREVIDENZA E DINTORNI

Pensioni Sapore amaro Scatta un altro giro di vite

In pensione più tardi e con meno soldi in tasca. Insomma, non butta bene per chi è già in pensione, né tanto meno per chi si ritira dal lavoro nel 2016. I primi devono fare i conti con assegni di importo addirittura inferiore a quelli riscossi nel 2015. Gli altri, con l’innalzamento dei requisiti per ottenere la rendita di vecchiaia e anzianità..

il resto dell’articolo consultabile sul Sito Assinews

I commenti sono disabilitati

Vai alla barra degli strumenti