20 Settembre 2016 Commenti disabilitati su Rassegna Stampa 20 settembre 2016 Visualizzazioni: 605 Rassegna stampa

Rassegna Stampa 20 settembre 2016

COMPAGNIE

Gli atleti della Salomon Running Milano alla conquista della Torre Allianz
ORA LE COMPAGNIE ITALIANE PUNTANO SULLA “DIGITAL T
a una indagine del Cetif emerge che l’80% delle compagnie intervistate investirà nel prossimo biennio per innovare la customer experience. Seguono i canali digitali e prodotti e servizi abbinati a connected device.
 http://www.tuttointermediari.it/?p=21667
 ATTACCHI INFORMATICI: GENERALI FIRMA UN ACCORDO CON LA POLIZIA DI STATO
’obiettivo è prevenire e contrastare i crimini on line alle infrastrutture critiche informatiche dell’azienda assicurativa.

http://www.tuttointermediari.it/?p=21597 

 

 

INTERMEDIARI

Intermediari, compagnie ed IVASS a confronto sulla direttiva IDD

L’IVASS ha convocato a Roma per la giornata di domani, martedì 20 settembre, le rappresentanze degli intermediari – Agenti (ANAPA Rete ImpresAgenzia e SNA) e Broker (AIBA e ACB) – e le imprese di assicurazioni per un confronto su alcuni aspetti della nuova Direttiva IDD che sono oggetto di pubblica consultazione promossa da EIOPA, l’Autority Europea di Vigilanza sulle Assicurazioni.

Intermediari, compagnie ed IVASS a confronto sulla direttiva IDD

MERCATO

Pioneer, Poste Italiane presenta offerta non vincolante con Anima e Cassa depositi

Poste Italiane ha presentato, entro la scadenza di ieri, un’offerta non vincolante per Pioneer, società con oltre 200 miliardi di asset messa in vendita da Unicredit. L’offerta, con l’assistenza di Citi, è stata presentata in cordata con Anima (società di cui il gruppo guidato dall’amministratore delegato Francesco Caio, nella foto , ha in portafoglio il 10,3%) e Cassa depositi e prestiti

Pioneer, Poste Italiane presenta offerta non vincolante con Anima e Cassa depositi

RISPARMIO GESTITO

Polizze più leggere

In caso di liquidazione del capitale per morte dell’assicurato, anche le polizze con prestazioni ricorrenti seguono le regole generali. L’esenzione Irpef a favore dei beneficiari opera solo sulla parte legata al rischio demografico, ossia alla copertura vera e propria dalla possibilità di decesso. I rendimenti finanziari, invece, devono essere tassati. E per distinguere le due componenti la compagnia assicurativa, chiamata a operare la ritenuta, deve seguire un preciso criterio: se il premio unico iniziale versato dall’assicurato è «divisibile» tra rischio demografico e investimento finanziario l’esenzione va riconosciuta pro-quota. Viceversa, qualora non sia possibile attribuire il premio a ciascuna delle due voci, il reddito imponibile va calcolato con il metodo proporzionale già illustrato con la circolare n. 8/E del 2016, cioè replicando il peso delle due componenti sul valore della prestazione finale. È quanto chiarisce l’Agenzia delle Entrate con la risoluzione

Polizze più leggere

Banche fallite

l Fondo interbancario ha liquidato le prime 20 pratiche per i rimborsi parziali relativi ai bond subordinati delle vecchie Banca Etruria, Banca Marche, Carife e Carichieti.

http://www.assinews.it/09/2016/bond-subordinati-partono-rimborsi-banca-etruria/660030003/

I commenti sono disabilitati

Vai alla barra degli strumenti