9 Dicembre 2015 Commenti disabilitati su RASSEGNA STAMPA 9 DICEMBRE Visualizzazioni: 517 Rassegna stampa

RASSEGNA STAMPA 9 DICEMBRE

MERCATO ASSICURATIVO

Assicurati più mobili, che vogliono poter stipulare la polizza nei luoghi che frequentano ogni giorno

 

Secondo l’indagine 2015 condotta dall’Osservatorio Ania (con l’istituto di ricerche demoscopiche GFK e l’Università Bocconi) sulla customer satisfaction, aumentano gli assicurati che scelgono la polizza utilizzando internet e compagnie telefoniche: dai dati 2014 – raccolti intervistando tremila capifamiglia italiani assicurati tra i diciotto ed i settantaquattro anni – emerge che un cliente su tre ha raccolto informazioni via web (il 14% l’anno precedente) ed il 43% degli utenti ha preferito le telefoniche (37% nel 2013).

La componente di assicurati che si avvalgono dei canali alternativi ed anche agli agenti è in crescita (dal 32% del 2013 al 42% del 2014); tuttavia, quello agenziale resta il canale preferenziale per il 70% dei clienti, che però oggi tendono a recarsi in agenzia per ottenere consulenze su prodotti non Auto. La Rca resta il prodotto più acquistato (98%), ma le Rc Professionisti sono in aumento (+4% rispetto al 2013, per un totale del 10%). Il 60% è cliente monoramo, e continua ad aumentare la mobilità degli assicurati: il 27% ha cambiato compagnia (soprattutto per la polizza Auto), e lo ha fatto via internet.

Dall’indagine è emersa l’esigenza degli assicurati di poter stipulare un contratto nei luoghi frequentati quotidianamente, con particolare riferimento alle polizze complementari ad altri prodotti. Per fare qualche esempio: coperture per la casa nei supermercati, per fitness e benessere nelle palestre, per gli strumenti informatici nei negozi di elettrodomestici e così via. Di quali nuovi strumenti dovranno dotarsi le reti agenziali per rispondere a questo nuovo tipo di concorrenza?

Alessandra Schofield

Novembre e dicembre, impennata degli acquisti on line

Secondo una stima che Confcommercio ha comunicato proprio in questi giorni, gli Italiani che acquisteranno le strenne natalizie via web rasenteranno quest’anno i nove milioni. Tra novembre e dicembre sono stati già spesi in questo modo quasi quattro miliardi di euro, e ci si attende un ulteriore incremento per gli ultimi giorni del 2015. Rispetto al 2014, l’aumento registrato è per ora già del 16% ed il Politecnico di Milano prevede che ben ventisette milioni di ordini saranno conclusi via e-commerce, con nove milioni di acquirenti (rispetto ai sette dello scorso anno). Le ragioni di questa decisa virata verso l’acquisto on line sono molteplici: dalla possibilità di comperare in qualsiasi momento della giornata a quella di reperire oggetti altrimenti introvabili, dall’accesso alle numerosissime offerte all’opportunità di confrontare prezzi e prodotti, dalla comodità di ricevere direttamente a casa l’articolo scelto, spesso ormai senza spese di spedizione, a quella di attingere ad una immensa quantità di spunti per trovare idee regalo sorprendenti ed a costi anche molto contenuti.

Secondo l’Osservatorio eCommerce B2c Netcomm (sempre Politecnico), gli acquisti si concentreranno soprattutto nei settori della tecnologia, dell’abbigliamento e degli accessori, del design, della cosmetica, dell’editoria, dello svago e dell’enogastronomia di nicchia. Alessandra Schofield

Polizze auto, meglio operare integrati

Di Tanno (AuthoItalia): «Il recupero dei margini solo controllando i fornitori». Il progetto con Nobis assicurazioni

Il business delle assicurazioni auto? Da solo non basta più, deve essere integrato per recuperare redditività e restituire margini di efficienza alla clientela..

il resto dell’articolo consultabile sul sito Intermedia Channel

Indagine ANIA: Assicurazioni verso il digitale, la polizza si sceglie sempre di più sul web

Secondo quanto emerge dall’indagine 2015 condotta dall’Osservatorio ANIA sulla “customer satisfaction” – in collaborazione con l’istituto di ricerche demoscopiche GFK e l’Università Bocconi – sono sempre di più gli italiani che utilizzano il web e le compagnie telefoniche per scegliere la propria polizza assicurativa.

il resto dell’articolo consultabile sul sito Intermedia Channel

Rc auto, una riforma per un mercato equo

Ha ragione chi sostiene nell’inchiesta sulla RC Auto, pubblicata sul Mattino, che i premi delle polizze in Campania dovrebbero e, aggiungiamo noi, potrebbero costare di meno.

 il resto dell’articolo consultabile sul sito Intermedia Channel

Generali al sondaggio «globale»

Indagine sulla soddisfazione fra 71 mila dipendenti. Monica Possa: è il primo passo

È uno dei punti chiave che ha caratterizzato il nuovo piano strategico di Generali presentato da Mario Greco nell’investor day in maggio: l’engagement, cioè il coinvolgimento nel lavoro e negli obiettivi dei dipendenti del gruppo

il resto dell’articolo consultabile sul sito Intermedia Channel

Assicurazioni, rating stabile per le compagnie italiane

Il settore assicurativo italiano si aggiudica la valutazione «stabile». A decretarne l’esito è stata l’agenzia statunitense Fitch, che ha confermato rating e outlook del comparto insurance italiano.

il resto dell’articolo consultabile sul sito Assinews

Assicurazioni I clienti vanno online

Sono sempre più numerosi gli italiani che utilizzano il web e le compagnie telefoniche per scegliere la polizza assicurativa.

il resto dell’articolo consultabile sul sito Assinews

RISPARMIO GESTITO

In frenata il pil nell’Eurozona

Rallenta la crescita del pil della zona Euro nel terzo trimestre. Ieri Eurostat ha pubblicato la sua seconda stima sull’andamento dell’economia, che ha confermato la prima: il pil è aumentato dello 0,3% rispetto al trimestre precedente e dell’1,6% su base annua

il resto dell’articolo consultabile sul sito Assinews

Padoan: banche, misure umanitarie per i risparmiatori

Il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan ha annunciato un intervento a favore della fascia più debole dei risparmiatori colpiti dal recente salvataggio di quattro piccole banche.

il resto dell’articolo consultabile sul sito Assinews

Fitch, rating e outlook stabili per mercato assicurativo italiano

L’agenzia prevede una buona performance per Solvency II. Nel danni, utili 2016 ok ma sotto 2015. Vita in crescita

Fitch mantiene stabili il rating e l’outlook del mercato assicurativo italiano, per cui prevede anche una buona performance ai fini di Solvency II, per quanto sullo sfondo continui a pesare il legame con il merito di credito sovrano.

il resto dell’articolo consultabile sul sito Intermedia Channel

 

ECONOMIA E DINTORNI

Ricerca Genworth/SWG: secondo gli italiani, le questioni economiche sono al centro del benessere familiare

La sicurezza finanziaria e la certezza di “arrivare a fine mese” sono i principali elementi che contribuiscono al benessere familiare. Subito dopo emerge la sicurezza/protezione, seguita dal trascorrere momenti piacevoli insieme ai propri cari e assicurare ai figli la migliore educazione

il resto dell’articolo consultabile sul sito Intermedia Channel

 

DIRITTO E DINTORNI

Fgvs, risarcimento alle cose solo se i danni alle persone superano il 9% di invalidità. Lo dice la Cassazione

La sentenza di Cassazione numero 24214/2015, depositata lo scorso 3 dicembre, stabilisce che i danni alle cose conseguenti ad un sinistro causato da un veicolo non identificato saranno risarciti dal Fgvs solo se i danni alle persone causati dal medesimo incidente provocano un’invalidità superiore al 9%. La Corte – esprimendosi sul caso di un sinistro nel quale due persone sono rimaste ferite con postumi inferiori ai nove punti percentuali di invalidità – definisce quindi quanto genericamente contenuto nel Codice delle Assicurazioni (art. 283) in proposito che – nella specifica eventualità – parla solo di “di danni gravi alla persona”, senza offrire alcun parametro per la quantificazione.

Alessandra Schofield

 

 

 

I commenti sono disabilitati

Vai alla barra degli strumenti