9 Novembre 2016 Commenti disabilitati su Rassegna Stampa 9 novembre 2016 Visualizzazioni: 454 Rassegna stampa

Rassegna Stampa 9 novembre 2016

COMPAGNIE

Farina (Ania): anche le polizze vogliono i Pir

Le polizze vita tradizionali hanno una potenza di fuoco di 600 miliardi di euro, una parte dei quali potrebbero essere canalizzati nei piani di risparmio individuali (Pir) allo studio del governo per attirare il risparmio delle famiglie italiane verso le pmi. Ma allo stato attuale questi contratti, pur essendo sulla carta tra quelli ammessi al regime fiscale agevolato previsto, non possono in realtà accedervi

http://www.assinews.it/11/2016/farina-ania-anche-le-polizze-vogliono-pir/660031963/

Assicurazione online in Europa: ampie differenze tra un paese e l’altro

Ormai non si può più eludere Internet e lo shopping on line.
Attualmente, sono operativi oltre 300 canali assicurativi online in Europa e il numero è in continua crescita. In Italia sono principalmente 15 i canali di vendita online che coprono il mercato.

Assicurazione online in Europa: ampie differenze tra un paese e l’altro

INTERMEDIARI

La «blockchain» cambierà il mercato dell’insurance

L’insurance è una delle industry più grandi al mondo, parliamo di un giro d’affari annuale di diversi trilioni di dollari, di cui oltre un trilione generato negli Stati Uniti.

http://www.intermediachannel.it/la-blockchain-cambiera-il-mercato-dellinsurance/

MERCATO

Profitti Mediolanum a 305 mln

Banca Mediolanum ha chiuso i primi nove mesi dell’anno con un utile netto consolidato di 305 milioni di euro, in calo del 2% su base annua

/www.assinews.it/11/2016/profitti-mediolanum-305-mln/660031953/

 

Azimut festeggia la supercedola

Azimut miglior titolo ieri a Piazza Affari con un rialzo del 7,3% a 15,28 euro in risposta alla cancellazione -arrivata ieri a mercati chiusi- da parte di Banca d’Italia dall’albo delle sim.

http://www.assinews.it/11/2016/azimut-festeggia-la-supercedola/660031969/

Ricerca Sara Assicurazioni: Furti in casa in continuo aumento, ma gli italiani non si tutelano

La minaccia che gli italiani temono di più a seguito di un’intrusione in casa è il rischio di subire un’aggressione (65%), seguita dalla perdita di beni affettivi (42%). L’era digitale ha spostato l’interesse degli italiani: ciò che i nostri concittadini temono di più oggi è il furto di dispositivi tecnologici, come il cellulare o il pc (52%).

Ricerca Sara Assicurazioni: Furti in casa in continuo aumento, ma gli italiani non si tutelano

 

I commenti sono disabilitati

Vai alla barra degli strumenti