20 Gennaio 2016 Commenti disabilitati su Tavolo di Lavoro “Clienti Alto Valore”: intervista al vicepresidente Vittorio Stocchero Visualizzazioni: 718 AAA Notizie Riservate

Tavolo di Lavoro “Clienti Alto Valore”: intervista al vicepresidente Vittorio Stocchero

Clienti Alto Valore: questo il nome del nuovo tavolo di lavoro aperto con la Compagnia il 20 gennaio, presso la sede di Milano dell’Associazione Agenti Allianz.
Una novità assoluta, nell’ambito della formazione aziendale, che vede coinvolto il Gruppo, attraverso la partecipazione dei coordinatori delle commissioni tecniche Marco Temellini, Pier Luigi Baldin, Walter Borroni, Gaetano Caradonna, Roberto Grandi, dei membri del Direttivo Massimiliano Gadda e del Vice Presidente Vittorio Stocchero, il quale ci illustra sinteticamente come si sono svolti i lavori.
Partiamo dal nome: “Clienti, alto valore”. Cosa significa e da quali esigenze è nato?
Nasce da una nostra richiesta; è stata l’ Associazione Agenti ad aver manifestato alla Direzione l’esigenza di poter gestire al meglio i clienti importanti per l’agenzia, ai quali noi abbiamo attribuito la definizione di “Alto Valore”. Il termine non aveva ancora una connotazione tecnica prima di stamattina, ma a livello di contenuto possiamo dire, in sostanza, che per “alto valore” si intendono quei clienti che hanno più coperture assicurative e pertanto costituiscono una risorsa fondamentale per l’agenzia. Le prime richieste di approfondimento, in tal senso, erano state da noi avanzate già nel Novembre 2015 e hanno ottenuto una prima risposta nel corso dell’incontro, nel quale si sono definiti alcuni passaggi importanti per l’avvio dei lavori.

Costituisce un fattore di novità, a suo giudizio?

Assolutamente sì. Possiamo dire che per la prima volta, dopo qualche anno, l’area tecnica si rende disponibile a valutare degli aspetti commerciali su esigenze specifiche degli agenti. Siamo ovviamente ancora in una fase in cui risulta difficile formulare una previsione dei risultati raggiungibili, al momento le visioni sono ancora diverse. Noi abbiamo fatto delle richieste precise per avere un’autonomia commerciale ampia, la Direzione – come ben sappiamo – ha comunque un’impostazione molto tecnica: le due cose sono ovviamente in antitesi. Il lavoro del Tavolo consiste anche nel trovare un punto di incontro tra questi due estremi.

 

Quali sono i temi fondanti emersi?

Innanzitutto la definizione compiuta di Cliente Alto Valore, tema cui è stata dedicata la prima parte dei lavori. Sulla base delle indicazioni fornite, si definiranno ruoli e strumenti commerciali per poter gestire al meglio questi clienti e per formulare, nei loro riguardi, proposte mirate e agevolate.

Evidente, poi, la richiesta di autonomia avanzata alla compagnia, che ha mostrato disponibilità a valutare le modalità per soddisfare questa esigenza. Ora dobbiamo proseguire indirizzando i lavori in questa direzione.

 

Parliamo degli obiettivi a breve termine e delle tempistiche di attuazione.

Si procederà per step definiti; realisticamente, non possiamo prevedere una tempistica troppo breve per il termine dei lavori, ma contiamo di raggiungere i primi risultati velocemente. Ipotizziamo qualche mese per stabilire i supporti commerciali per l’area Motor di questi clienti, già oggetto di una prima valutazione stamattina.

Definito questo tema, negli incontri successivi, di cui comunicheremo la calendarizzazione, ci occuperemo del segmento rami vari.

I commenti sono disabilitati

Vai alla barra degli strumenti